La casa giusta? Un mix di questi tre elementi.

Si pensa che quando si cerca una casa nuova da comprare la scelta sia una scelta più d’istinto, di sensazione visiva, con il nostro subconscio che segue alla velocità della luce questa check-list:

  • la zona? Ok
  • l’edifico? Sembra buono
  • L’appartamento? La tv ed il divano lì ci starebbero molto bene
  • I vicini? Gente tranquilla
  • Ok è la casa della mia vita

Chiaramente la check-list può variare leggermente fra un appartamento nuovo ed uno usato e questa è una ipersemplificazione di ciò che avviene nel nostro cervello, ma a grandi linee scegliere una casa si tratta di questo.

Solo che c’è un problema: la casa è l’investimento più importante della vita ed è destinato a durare non mesi, non anni, ma decenni. 

Come sei oggi non sarai domani

E nel corso dei decenni le tue abitudini e le tue esigenze cambiano. Oggi potresti essere un single senza partner e senza figli con solo un paio di tartarughe come Rocky Balboa, mentre in futuro potresti essere sposato con 5 figli che corrono per casa e tre cani che dormono sul divano. L’unica cosa certa è che non puoi essere certo di come sarà la tua vita in futuro.

Per questo quando è il momento di comprare casa non puoi abbandonarti alla scelta d’istinto (ed è il motivo per cui ho creato un documento per aiutarti a trovare la casa perfetta per te, senza errori e senza rimpianti, di cui però questo non è il posto per parlarne) ma devi necessariamente prendere in considerazione alcuni parametri.

Tre, per l’esattezza. E, per tua sfortuna, sono parametri tecnici. E anche se ti vedo che già ti è calata la palpebra dalla noia, ti dico subito che se sceglierai di evitarli scegliendo una casa basandoti solo sull’impatto o su conclusioni tipo “vabbè più o meno queste case si assomigliano”, prenderai al 100% un granchio, ritrovandoti a vivere in una casa nella quale, dopo solo pochi anni, vivrai con l’angoscia di non essere soddisfatto. E sono sicuro concorderai con me che, siccome cambiare casa non è come cambiarsi i calzini, saresti destinato a rimanere nell’angoscia per un pò.

E noi non vogliamo questo, giusto? 

Realtà o magia?

Bene. Vediamo allora quali sono questi tre elementi che, se fusi assieme ed uniti al tuo “gusto personale estetico” della casa (quindi se ti piace o meno, aldilà dell’aspetto tecnico, l’immobile), ti permetteranno di essere soddisfatto della casa scelta e di non pentirti dell’acquisto fatto ma, anzi, ti daranno un’enorme soddisfazione dovessi addirittura decidere di venderla per comprarne un’altra.

Lo so, sembra quasi fantascienza il fatto che ci siano tre elementi che ti permettano non solo di essere soddisfatto della scelta fatta ma addirittura avere un vantaggio qualora decessi di vendere. 

Invece è tutta realtà.

I tre moschettieri

Quando cerchi una casa da acquistare devi puntare ad avere tutti e tre questi elementi. Mi sento altrimenti di poterti dire, in tutta tranquillità, che altrimenti dovresti cercare una soluzione alternativa. 

Non importa quanto la casa cha i trovato sia fantastica. Senza i tre moschettieri in azione, è solo questione di tempo prima che tu subisca:

  • un aumento elevato dei costi di gestione della casa:
  • Perdita di valore dell’immobile nel corso del tempo;
  • Frustrazione per non aver seguito quanto hai letto in questo articolo, ritrovandoti con una vocina che ti sussurra “te l’avevo detto”.

Vediamo quindi ora i tre elementi per poi concludere sugli effetti di questo mix. E no, non mi riferirò al banale “la casa è più efficiente”, quindi ti consiglio di leggere fino alla fine.

Il primo elemento che devi verificare sia presente è l’isolazione dell’involucro. Quello che tutti conosciamo come “cappotto”, ma che può anche avere altre forme oltre a quella di un rivestimento delle pareti esterne, e che permette in sostanza di non far variare enormemente la temperatura interna all’appartamento, ovvero:

  • l’estate evitare che il caldo esterno entri in casa facendoti sudare sette camice come fossi nel deserto in dorso ad un cammello;
  • L’inverno evitare di guardare un film sul divano assieme ai pinguini che ti offrono un ghiacciolo anziché una cioccolata calda.

Il secondo elemento che devi verificare sia presente, e che si incastra perfettamente con il primo, sono gli infissi. 

In caso non lo sapessi, sono proprio le finestre le responsabili della gran parte degli sbalzi termici dentro casa, perché lasciano che il caldo entri l’estate e che se ne vada l’inverno, obbligandoti a dover continuare a scaldare per non far abbassare troppo la temperatura.

Ciò che devi verificare, quindi, è che l’appartamento che stai visitando sia dotato di serramenti recenti e a triplo vetro. Mi raccomando, è fondamentale siano a triplo vetro per garantire un ottimo  isolamento termico.

Il terzo elemento di fondamentale importanza perché la casa che stai visitando valga veramente la pena di essere comprato, sono le energie rinnovabili.

Devi ovvero verificare che l’immobile sia dotato almeno dei pannelli fotovoltaici, ovvero i “pannelli solari” che producono energia elettrica da usare per alimentare la pompa di calore (un’alternativa alla classica caldaia, che oltre a scaldare l’inverno raffresca d’estate).

Ho detto “almeno dei pannelli fotovoltaici” perché se ci sono anche dei pannelli solari, ovvero i pannelli che scaldano l’acqua senza dover usare la caldaia o la pompa di calore, tanto meglio.

È quindi solo l’insieme di questi tre elementi, isolamento dell’involucro, infissi performanti ed energie rinnovabili che ti può dare la conferma di star guardando la casa giusta per te, da comprare.

Un immobile senza anche solo uno di questi tre elementi ti farebbe ritrovare con un immobile che:

  • costa molto di più da mantenere perché deve essere scaldato/raffrescato maggiormente, facendoti quindi arrivare bollette più salate;
  • Costa molto di più sul lungo periodo, perché arriverà il momento in cui i condomini, o la legge, ti obbligheranno ad effettuare dei lavori di ammodernamento, per installare uno o più dei tre elementi in modo da abbassare i costi delle bollette (quindi spendi un sacco subito per abbassare un costo alto futuro);
  • Ti fa perdere soldi perché se decidi di cambiare casa e manca anche solo uno dei tre elementi verrai penalizzato dal mercato perché starai mettendo in vendita un qualcosa di inefficiente, obsoleto e troppo costoso da mantenere.

Ti sembra stia esagerando? Purtroppo, no. Considera infatti che nel corso degli scorsi circa 10 anni, il prezzo dell’energia elettrica è aumentato di circa il 50%. Mentre negli scorsi due anni, quello del gas è aumentato quasi del 60%. Questo conferma quindi quanto ti ho appena detto e non ti lascia alcuno scampo se non cercare solo case che rispettino questi tre parametri.

Capisco però che entrare nel merito tecnico di ciascuna abitazione che vai a visitare non sia semplice e quindi non sia un gioco da ragazzi nemmeno valutare se l’abitazione che hai preso in considerazione rispetti i parametri in modo molto più che sufficiente. Anche perché molto spesso, purtroppo, non vengono nemmeno date le informazioni necessarie da parte del venditore per fare una buona valutazione.

Ma, con la mia ER Rigotti Costruzioni, ERC in breve, ho voluto trovare una soluzione a questo problema facendo dell’efficienza energetica per una vita migliore dei miei clienti, una delle mie missioni.

Come sto perseguendo questa mia missione? Costruendo solo edifici con un’attenta analisi all’efficientamento energetico, sia in termini di isolamento che in termini di necessità di materie prime.

Ma cosa significa questo nella pratica? Significa che tutte le palazzine della ER Rigotti Costruzioni sono progettate per:

  • non disperdere il calore l’inverno, trattenendolo in casa, e quindi avendo bisogno di scaldare meno, risparmiando sulle bollette;
  • non disperdere il fresco l’estate, trattenendolo in casa, e quindi avendo bisogno di raffreddare meno, risparmiando sulle bollette;
  • Produrre una grande quantità di energia rinnovabile che ti permetta di non essere schiavo dei fornitori di energia e quindi mantenere bassi i costi di gestione del tuo appartamento.

Insomma, permetterti di acquistare un immobile che non sia un fardello nel breve termine, facendoti spendere un sacco di soldi per le bollette, e nemmeno un burrone in cui gettare i tuoi soldi quando sarà il momento di venderlo, perché resterà appetibile. 

Il tutto si traduce quindi in “tua serenità”.

Ma come è possibile, nella pratica, raggiungere questo scopo?

Nei miei anni di attività, ho fatto molte ricerche e studi direttamente sul campo, che mi hanno portato a creare un innovativo metodo di lavoro, che ho chiamato Metodo ER.

Grazie al Metodo ER dunque, le case che realizzo sono pensate per essere costruite solo con materiali di pregio, permettendoti di personalizzarle in ogni minimo dettaglio, ed essendo energicamente efficienti.

Nulla viene lasciato al caso. Tanto che sei addirittura affiancato da un assistente personale che ti assiste dalla A alla Z per aiutarti a far si che la casa che ti consegniamo rispecchi davvero le tue esigenze. Assieme all’efficientamento energetico ho fatto dell’assistenza clienti il mio cavallo di battaglia.

Un modo di lavorare di questo tipo, in Italia, è assolutamente innovativo. I costruttori normali non investono così tanto tempo, energie e denaro per progettare e realizzare un sistema così efficiente, perché non devono pagare loro le spese.. quelle ricadono su di te!

Purtroppo, un articolo di blog non può descriverti nello specifico tutti gli elementi che compongono il mio metodo lavorativo.

Ecco perché ho preparato un report gratuito che puoi ricevere via email senza alcun impegno.

Completa il form qui sotto e scopri tutti i dettagli che stanno dietro al mio metodo di costruzione di case, il Metodo ER, che ti permette di avere la casa dei tuoi sogni, secondo quello che hai sempre voluto per te e la tua famiglia!

    Privacy Policy

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.